I Miei Servizi

LEGGERE DI SÉ

Percorso di Mentoring e Biblioterapia.

 

Leggere è uno dei modi più importanti per prendersi cura di sé, poiché ogni libro è un universo. (…) La lettura, attraverso il contatto fisico con la pagina, rappresenta un’ancora di salvezza alla dispersione di sé e al caos, un momento sacro, di pausa e riflessione, irrinunciabile per ascoltarsi, scoprire se stessi

 

“Iniziazione alla Libroterapia” di M. Racci

 

Un percorso fatto di incontri individuali, di introspezione ed ascolto di sé per far emergere quelle emozioni che, a volte, celi persino a te stessa. Un programma di lettura ed indagine interiore grazie al quale potrai riappropriarti di ciò che senti.

Sarò la tua Mentor e lavoreremo insieme su ciò che hai provato durante la lettura, sulle parole che hanno vibrato dentro di te. Ti aiuterò a riconoscere ogni emozione nella sua pienezza, come parte del tuo essere da accogliere.

Faremo insieme un viaggio, attraverso le parole.

 

Faremo insieme un viaggio, attraverso le parole.

RITRATTO d’autore

– Ho pensato che mi piacerebbe fare dei ritratti. Naturalmente non si tratterebbe di quadri. Vorrei scrivere dei ritratti.

– Li metti in posa?

– Qualcosa del genere.

– E poi?

– Poi mi immagino che (…) alla fine mi metterò a scrivere, e quello che ne uscirà sarà un ritratto.

– Un ritratto in che senso? Una descrizione?

– No, una descrizione no, non avrebbe senso.

– I pittori fanno quello. C’è Il braccio, e il pittore lo dipinge, finito lì. E tu che faresti? Scriveresti cose del tipo “il candido braccio si appoggia mollemente” ecc. ecc?

– No. Non so, immagino che si tratterebbe di riportare a casa quella gente.

(…)

Si era immaginato che la gente avrebbe portato a casa quelle pagine scritte, e se le sarebbe tenute chiuse in un cassetto, o appoggiate ad un tavolo basso. Come avrebbe potuto tenere una fotografia, o appendere un quadro alla parete. Questo era un aspetto della faccenda che lo entusiasmava.

Avrebbe scritto cos’erano, tutto lì. Sarebbe stato, per loro, un copista. 

 

Liberamente tratto da “Mr. Gwyn” di A. Baricco

ghostwriting

Scrivere non era altro che questo flusso inarrestabile: aveva la qualità illimitata, indefinita e ininterrotta dell’acqua (…). Afferrato alla scrivania come ad uno scoglio o a un sepolcro, non poteva alzare la mano dal foglio perché altrimenti il racconto avrebbe perduto lo slancio, l’impeto, l’andamento naturale e continuo, la magica fluidità del respiro che aveva tanto desiderato (…). Soltanto così si può scrivere, soltanto in una simile connessione, con una completa apertura di corpo e anima”.

 

P. Citati

 

Mi metterò lì, accanto a te, o forse un passo indietro. Per osservare la tua ombra che si posa sul terreno, la piega del braccio, il riflesso del cuore in un gesto. Ascolterò la tua voce che racconta, che domanda, che gioisce o impreca.  Coglierò ogni tua sfumatura e le declinerò, una da una, nella storia che mi racconterai e che io scriverò per te. Narrerò ricordi, i tuoi pensieri,  le persone che hai avuto accanto, quelle che ti hanno lasciata, quelle che ora non trovi più o ritrovi, a ben guardare, in un cassetto nascosto della tua persona. Racconteremo la vita che ti ha attraversato in un determinato momento e che rimarrà per sempre, immobile, in quelle parole che cercavi e che io ho trovato per te. 

Tu sarai la voce narrante, io la penna che traduce il mondo che ti si muove dentro.

contatta alessandra ferro scrittrice

Contattami

Biografia Alessandra Ferro scrittrice

La mia storia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi